24/12/2014 08:32

E’ stato condannato a 14 anni di carcere il 31enne cinese accusato di aver strangolato la fidanzata al culmine di una lite avvenuta nel loro appartamento della Chinatown pratese.

L’episodio avvenne lo scorso 19 maggio.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il litigio era scattato dopo che la donna, una cinese di 26 anni, aveva comunicato al fidanzato di voler interrompere la relazione. L’uomo, reo confesso, ha poi spiegato che la sua intenzione non era di uccidere la donna.