29/06/2022 08:30

A pochi chilometri da Grosseto,  lungo la strada statale che dal capoluogo maremmano conduce a Siena, si trova L’Area archeologica di Roselle, con i resti dell’antica città etrusco/romana. Collocata in una posizione geografica molto particolare, su due colline, collegate da una valletta, Roselle dominava lo scomparso ‘lago’ Prile, via naturale di comunicazione con il mare e le città costiere, mentre il fiume Ombrone, rendeva possibile il commercio con la Val d’Orcia e le città dell’Etruria interna. A Roselle la cinta muraria, le case private, i forni, ma anche l’anfiteatro e le terme raccontano la storia di questo popolo e il sovrapporsi della civiltà romana su quella etrusca. Tutti i Martedì alle 17, fino a settembre, sono in programma una serie di visite guidate, ce ne parla Gianluca Soldateschi presidente della cooperativa di guide della Maremma “Le Orme” che gestisce le visite.