20/03/2015 18:13

L’autopsia effettuata oggi sul corpo della donna trovata morta due giorni fa in Arno a Marina di Pisa ha confermato le prime risposte già emerse ieri dagli esami radiografici e dalla Tac: il decesso non è stato provocato da traumi e sarà necessario attendere le risposte degli esami tossicologici per stabilire la causa di morte.
Sono tuttora in corso gli accertamenti del Ris di Roma sulle impronte rilevate sul cadavere, rimasto comunque in acqua alcune settimane e dunque deteriorate, per arrivare a un’identificazione certa della vittima. L’ipotesi di lavoro sulla quale si sta ancora lavorando è quella che porta alla marocchina di 39 anni scomparsa nei mesi scorsi da Firenze e le cui impronte digitali figurano nel database delle forze dell’ordine in seguito a un controllo di polizia effettuato nel 2006 dalla questura di Reggio Emilia.